COSA OFFRIAMO

CONSAPEVOLEZZA

Assestment, Mindfulness, Zen

Consapevolezza.jpg

Per parlare di Consapevolezza abbiamo scelto di lavorare con gli approcci della Mindfuless, dello Zen ma anche Assessment: un ventaglio di visioni e di approcci che hanno come fattore comune l’attenzione  al momento presente e l’ascolto di sé, in modo non giudicante. Un approccio che cerca di potenziare lo sviluppo della mente e dello spirito allo scopo di raggiungere obiettivi che siano coerenti con il nostro sistema personale attraverso il superamento del pregiudizio spesso limite nell’avanzamento della propria vita.

Nella semplicità di questa storia Zen un assaggio del nostro approccio: cogliere l’identità dell’essere in ogni cosa ed esperienza, anche la più umile,  riequilibrare il livello emotivo e aiutare a vivere il presente con la pienezza dei sensi.

Storie Zen - Una tazza di tè

Nan-in, un maestro giapponese dell’era Meiji (1868-1912), ricevette la visita di un professore universitario che era andato da lui per interrogarlo sullo Zen. Nan-in servì il tè. Colmò la tazza del suo ospite, e poi continuò a versare. Il professore guardò traboccare il tè, poi non riuscì più a contenersi. «È ricolma. Non ce n’entra più!».

«Come questa tazza,» disse Nan-in «tu sei ricolmo delle tue opinioni e congetture. Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?».

COACHING

Executive e Life

coaching.jpg

ICF definisce il coaching come “una partnership con i clienti che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirandoli a massimizzare il proprio potenziale personale e professionale* (coach federation).

Il coaching è quindi un approccio unico e personalizzato, non è una formazione standard in quanto parte dall’unicità di ciascuno e  sostiene una trasformazione dell’individuo per muoversi da un presente percepito verso un futuro desiderato. 

L’obiettivo a cui tendere ha una funzione di attivatore motivazionale della persona e perciò deve poter rispondere a pieno, senza se e senza ma, alle reali e personali aspettative del coachee e alla sua integrità verso una scelta autonoma.

Il Cliente  che si approccia ad un percorso di coaching, il coachee,  determina la meta del proprio percorso: decide verso quale porto far veleggiare la sua barca e con il supporto del coach orienta la sua personale bussola per solcare, nel modo migliore che ha, il suo mare anche scoprendo nuove rotte o percorsi mai scelti prima.

Ecco che la forza interiore è quindi preponderante e la capacità del Coach è quella di liberare quel potenziale che nasce dal profondo del  centro di ognuno portando a piena consapevolezza ed aprendo a nuove vie di sé.

COSTELLAZIONI QUANTICHE

.......

Einstein parlava dello spazio-tempo come di un “palcoscenico” nel quale avvengono i fenomeni, nel quale la realtà si manifesta. La nostra vita è un palcoscenico, una rappresentazione simbolica di schemi che a volte ci vengono tramandati e di cui non ne abbiamo consapevolezza, è una realtà in continuo cambiamento che spesso rimane bloccata da una rete di connessioni invisibili che permeano tutto il nostro spazio e il nostro sistema.

Il biologo e filosofo, Rupert Sheldrake spiega bene questo concetto con l’espressione “campo morfico” che derica dal greco morphe, che significa forma. I campi morfici organizzano la forma, la struttura e i modelli di connessione dei sistemi che sono sotto la loro influenza. Attraverso le costellazioni si riesce ad entrare in questo spazio infinito, del non-tempo dove si mettono “in scena” i movimenti che l’anima ha bisogno di comprendere per sganciarsi da vecchi blocchi, da vecchie memorie, da fili invisibili magari tramandati dall’albero genealogico, infine da vecchi traumi che sono rimasti nella memoria delle nostre cellule.

Una volta entrati in questo campo di risonanza, grazie all’attenzione e all’intenzione, il costellatore e il candidato costellato, trasformeranno i limiti presenti all’interno dello spazio liberandolo da vincoli ancestrali e passati.

Si lavora entrando in un livello di coscienza profondo e questo permette di trasformare velocemente lo spazio personale e animico dando la possibilità alle persone di “guardare oltre….” La trasformazione personale comporta uno modifica del sistema stesso e dei sistemi ad esso collegato (Campi Morfici) quindi chi si trova all’interno di questo sistema inevitabilmente ne viene coinvolto.

Le costellazioni sono uno strumento che permette di entrare dentro ai nostri campi di limitazione per tramutarli e trasformarli affinché il nostro potenziale infinito si possa manifestare.